66. Pavlos Màtesis
Mirtos



M
irtos è un bambino.

È nato addormentato, e a otto anni non si è ancora svegliato.

Perché Mirtos si rifiuti di comunicare col mondo non lo sapremo mai. Dorme sorridente, con la mano appoggiata alla guancia, “come per proteggersi dai baci”.

Intorno e accanto a lui, nella società chiusa e provinciale del 1940, uomini insospettabili, portatori del Male, certi di essere invece annunciatori del Bene, intorbidano la trama del romanzo con raccapricciante candore.

Colpevoli in completo stato confusionale, con humour subdolo, sardonico e indocile, compiono o subiscono azioni infernali, che culminano nel melodramma, istigando l’ambiente circostante allo scandalo e alla lapidazione.
.

Allora Mirtos si risveglierà. Di notte.

Appiccherà il fuoco e se ne andrà.

Verso dove?

NOVITÀ – disponibile



66. Pavlos Màtesis
Mirtos
trad. di Maurizio De Rosa
pp. 250, € 15,00
2007
ISBN 88-8306-180-2

Notizie sull’autore:
Pavlos Màtesis è nato nel Peloponneso. Ha studiato teatro e musica, e i suoi esordi letterari risalgono al 1967. Màtesis è uno dei principali autori del teatro greco contemporaneo, e per la sua opera ha ricevuto numerosi riconoscimenti. In Italia sono stati pubblicati da Crocetti Editore anche Madre di cane (Aristea 2), L’Antico dei Giorni (Aristea 10), Sempre in gamba! (Aristea 24) e Il nocchiero tenebroso (Aristea 50).


 

67. Vanghelis Chatzighiannidis
L’ospite



Dopo l’originalissimo romanzo-rivelazione Il miele degli angeli, Vanghelis Chatzighiannidis ci regala un’altra seducente vicenda piena di fascino e di mistero.
L’ospite è uno studente di Archeologia invitato a trascorrere due settimane in un appartato albergo di Atene da una strana “setta” di cinque iniziati.
Come altri prima di lui, il giovane dovrà essere intervistato, in gruppo o separatamente, dai componenti della setta, il cui scopo è comporre una “libreria umana” distillando l’essenza del carattere delle persone.
In un’intrigante atmosfera pirandelliana, lo studente s’imbatte in una serie di messaggi nascosti e di segreti (umani e divini) destinati a cambiare il corso della sua vita.
Rievocando, a distanza di anni, questa straordinaria esperienza, l’Archeologo indaga sul senso delle sue scoperte per concludere, suggerisce Chatzighiannidis, che il Segreto si redime nel suo svelarsi.
.

NOVITÀ – disponibile



67. Vanghelis Chatzighiannidis
L’ospite
trad. di Angela Urbano
disegni di Nanà Vetta
pp. 228, € 15,00
2007
ISBN 88-8306-151-9

Notizie sulll'autore:
Vanghelis Chtzighiannidis è nato il 4 luglio del 1967 a Serres, nella Grecia settentrionale. Si è laureato in Giurisprudenza all’Università “Kapodistrias” di Atene, e si è diplomato alla scuola di recitazione “Veakis”. Per alcuni anni ha svolto la professione di attore. Con Il miele degli angeli, (Crocetti 2003) suo romanzo d’esordio, nel 2001 ha vinto il premio della prestigiosa rivista letteraria “Diavazo” come migliore opera prima. Ha poi pubblicato L’ospite (2004) e il volume di racconti Storie naturali.


 

68. Evghenía Fakinu
Il settimo vestito



Il settimo vestito – la camicia insanguinata – è andato perduto .
Per questo Dímitra, bella come una dea, sacrificherà il suo corpo ornato di disegni misteriosi, il più intimo pegno d’amore lasciatole dal marito Andronikos
.
Rula, nipote di
Dímitra, è una ragazza ateniese cresciuta nel caos della vita di città
. Conosce la sofferenza, che lenisce con il cinismo.
Ignora la storia oscura e tremenda della sua famiglia, finché un giuramento la porta a scoprire un doloroso segreto.
Una storia intessuta di un mito che i protagonisti nemmeno conoscono.
Una storia di affetti recuperati, la riscoperta di un passato che affonda le radici nelle memorie personali e familiari, sullo sfondo di una Grecia rurale che conserva caparbiamente le sue tradizioni e la sua cultura.




NOVITÀ – disponibile




68. Evghenía Fakinu
Il settimo vestito
trad. di Anthí Keramidà
pp. 138, € 12,50
2007
ISBN 88-8306-175-6

Notizie sull’autore:
Evghenía Fakinu è nata ad Alessandria d’Egitto nel 1945, ma è cresciuta e ha studiato ad Atene. Ha lavorato per diversi anni come grafico in alcune riviste. Nel 1976 ha fondato il teatro di marionette “Baraccopoli”. Ha scritto e illustrato numerosi libri per ragazzi. Il suo primo romanzo, Astradenì (Stregata dalle stelle, Crocetti 2005 ) è del 1982. Ha pubblicato inoltre Il settimo abito (1983), La grande verde (1987), Il gatto ferrato (1990), Zucchero a margine (1991), Mèrope era il pretesto (1994), Cento strade e una notte (1997, tradotto in italiano da Crocetti nel 2000) e Moscacieca (2000). I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue europee.


 

69. Panaghiotis Agapitòs
L’occhio di bronzo



Gennaio dell’833: nell’Impero Romano d’Oriente sconvolto dalla disputa sul culto delle immagini sacre, il protospatario Leone, membro della corte del basileus iconoclasta Teòfilo, viene inviato a Tessalonica per verificare l’operato del vescovo Doroteo, difensore delle icone e avversario della politica imperiale
.
A Tessalonica, dibattuto tra la fedeltà al proprio ruolo e la stima per il combattivo prelato, Leone dovrà indagare su una serie di misteriosi delitti.
Per svelare la verità, Leone metterà a repentaglio la sua vita, protetta tuttavia dal misterioso “occhio di bronzo” della bellissima guerriera scita Thora.

Con questo avvincente “thriller bizantino” il lettore italiano entra in un mondo di profonda sapienza e di pietà religiosa, ma anche di intrighi e di superstizioni, che il bizantinista Panaghiotis Agapitòs ricostruisce con passione e accuratezza.

Un romanzo intrigante sul potere e le sue lusinghe, sulla forza della verità e l’irrimediabile debolezza del cuore umano.


NOVITÀ – disponibile


69. Panaghiotis Agapitòs
L’occhio di bronzo
trad. di Maurizio De Rosa
pp. 282, € 15,00
2008
ISBN 88-8306-171-3

Notizie sull’autore:
Panaghiotis Agapitòs è nato ad Atene nel 1959. Ha studiato Storia bizantina e Musica a Monaco, quindi Letteratura bizantina a Boston.
Dal 1992
è docente di Letteratura bizantina all’Università di Cipro. Ha pubblicato due studi sui romanzi erotici bizantini, l’edizione critica del romanza cavalleresco Libistro e Rodamne, e numerosi articoli su questioni teoriche e interpretative della letteratura bizantina.
Ha inoltre pubblicato due romanzi gialli storici ambientati a Bisanzio, che hanno come protagonista il protospatario Leone: Il flauto di ebano (2000) e L’occhio di bronzo (2006).


 

70. Alexis Stamatis
Fuga americana



In una fase cruciale della sua vita, uno scrittore greco riceve l’invito a partecipare a un programma letterario in America.
Decide di partire per lasciarsi dietro i fantasmi che lo perseguitano.
Ma nel nuovo Paese il pantano in cui si dibatte diventa più profondo.
Così una mattina noleggia una Ford e si perde nel deserto.
Qui incontra l’uomo che cambierà il suo destino, e che per lui sarà l’occasione di riscrivere daccapo tutta la sua vita.
Si accorgerà presto, però, che non lo insegue soltanto il suo passato, ma anche quello dellaltro uomo.

Met
à thriller e metà romanzo “on the road”, Fuga americana svela da un lato i diversi volti dell’America e dall’altro la ricerca della vera identità delluomo di oggi e del senso dellesistenza nelle ceneri della sua memoria.




NOVITÀ – disponibile





70. Alexis Stamatis
Fuga americana
trad. di Maurizio De Rosa
pp. 326, € 18,00
2008
ISBN 88-8306-172-1

Notizie sull’autore:
Alexis Stamatis è nato ad Atene nel 1958. Ha studiato Architettura al Politecnico della capitale greca e a Londra. Ha pubblicato cinque raccolte di versi, una delle quali ha ottenuto il Premio Nikiforos Vrettakos, e i romanzi Il settimo elefante (1998), Bar Flaubert (2000), Come un ladro nella notte (2002), Madre cenere (2005). Collabora con giornali e riviste scrivendo di arte e cultura. È stato tradotto nelle principali lingue europee.

 

CROCETTI EDITORE
Via E. Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277
Ufficio stampa addettostampa71@tiscali.it

EditRegion4

 

CREDITS CHI SIAMO INFO LINKS