56. Aris Alexandru
L’interrogatorio


N
ello scompiglio seguito alla fine della Guerra civile greca (1946-1949), un anonimo partigiano, rinchiuso in una cella d’isolamento, rende la sua deposizione scritta a un invisibile giudice istruttore.
La sua “colpa” è di essere l’unico sopravvissuto di un commando incaricato di una missione segreta: portare a destinazione una cassa contenente documenti di importanza cruciale per il Partito, e che potrebbero cambiare la storia del Paese. L’anomalo interrogatorio a cui è sottoposto serve all’uomo per ricostruire le fasi dell’operazione a cui ha partecipato – pedina inconsapevole – e gli intrighi del Partito, il quale fin dall’inizio aveva stabilito che nessuno dovesse sopravvivere alla missione.
Ricco di colpi di scena, di umanità, di poesia, L’interrogatorio è un’odissea kafkiana, in cui l’utopia cede il posto alla delusione, i sogni e gli ideali alla disperazione.
Il romanzo di Aris Alexandru, uno dei maggiori autori greci contemporanei, è un feroce e spietato atto d’accusa contro il potere, le sue leggi assurde, la sua cieca disumanità.



56. Aris Alexandru
L’interrogatorio
trad. di Maurizio De Rosa
pp. 334, € 14.50
2005
ISBN 88-8306-147-0

Notizie sulll'autore:
Aris Alexandru (pseudonimo di Aristotelis Vassiliadis) nacque a Leningrado nel 1921 da padre greco e madre russa. Nel 1930 si trasferì con la famiglia ad Atene, ove compì i suoi studi. Durante l’Occupazione tedesca partecipò attivamente alla Resistenza, e per un certo periodo fu iscritto al Partito Comunista. Tra il 1948 e il 1958 fu confinato in diversi campi di concentramento. Poeta, romanziere e traduttore, pubblicò il suo capolavoro, To kivotio (La cassa, qui tradotto come L'interrogatorio), nel 1974. Dal 1967 visse a Parigi, dove morì nel 1978.


 

57. Antonios Russochatzakis
Il Giardino dell’Eden



Dio
è inglese, si chiama Richard. Lucifero è giapponese, Caino irlandese e anche gli Angeli provengono dai “Quattro angoli del mondo”.
Thòdoros, un giovane greco esiliato a Parigi, e Gloria, la sua compagna italo-americana, vengono ingaggiati in una troupe cosmopolita diretta da un regista australiano senza talento. Thòdoros interpreta la parte di Abele, lei quella di Eva, che deve partorire il primo bambino dell’umanità.
Nel piccolo teatro parigino dove si mette in scena la pièce di Arthur Miller La creazione del mondo e altri affari ne succedono di tutti i colori.
Il Giardino dell’Eden emana un penetrante profumo di amore e di morte, che impregna tutte le pagine. Ma la morte non ha mai un ruolo dominante, esiste soltanto in presenza dell’Amore”, ha scritto Vasilis Vasilikòs.
Secondo il quale, tra i giovani prosatori greci, Antonios Russochatzakis “occupa la posizione dell’eretico. I suoi libri sorprendono, provocano, sovvertono l’ordine prestabilito, appassionano”.



57. Antonios Russochatzakis
Il Giardino dell’Eden
trad. di Angela Urbano
pp. 114, € 12,00
2005
ISBN 88-8306-199-3

Notizie sulll'autore:
Antonios Russochatzakis è nato a Iraklion di Creta nel 1968. Ha studiato Letteratura Inglese e Teatro ad Atene e a Londra, prima di trasferirsi a Parigi, dove ha vissuto per cinque anni. Ha esordito nel 1996 con il romanzo Konitsa, my love. Nel 1997 ha pubblicato la raccolta di poesie Esperienze di talento, nel 2000 il romanzo Biberon con la Coca-Cola, e nel 2001 Eden. Vive ad Atene, dove è capo redattore di un importante mensile di cultura.


 

58. Alèxandros Derpulis
All’ombra delle torri



Sul
l’incantevole collina della costa meridionale del Peloponneso, l’ombra di due torri medievali si allunga sulla “casa dell’Ambasciatore”, proteggendo il mistero che essa racchiude.
Dopo la scomparsa della moglie, Stèfanos lascia la sua città e il lavoro e si trasferisce in questa villa in cerca di pace. Qui il suo destino si intreccia con quello di una vecchia e di un pastore, che lentamente lo attirano in un gioco enigmatico, di cui nessuno conosce le regole.
Alla fine di un’oscura lotta di tutti contro tutti, tra inattesi colpi di scena, emerge una verità a lungo taciuta, amara e dolorosa, che sconvolgerà per sempre l’esistenza dei protagonisti.


NOVITÀ



58. Alèxandros Derpulis
All’ombra delle torri
trad. di Claretta Candotti
pp. 266, € 15,00
2006
ISBN 88-8306-187-X

Notizie sulll'autore:
Alèxandros Derpulis è nato nel 1968 ad Atene, dove ha studiato Storia e Archeologia all’Università. Ha scritto sceneggiature per il cinema e due opere teatrali. All’ombra delle torri è il suo primo romanzo.


 

59. Serghios Gakas
All’ombra delle torri



Siamo a Salonicco, nell’inverno del 1995.
Ma potremmo tranquillamente trovarci a Chicago, negli anni Quaranta, in compagnia di Philip Marlowe.
Ingredienti: un solitario avvocato quarantenne distrutto dagli insuccessi e dall’alcol. Una signora dagli occhi verdi spaventata e con molti soldi Un industriale senza scrupoli che annienta gli avversari e prega sul Monte Athos. Un’anziana poetessa che ha perso l’ispirazione. Un pasciuto festaiolo che ritiene di possedere il segreto della felicità. Un’ombra minacciosa del passato che incombe.
E sullo sfondo la città della Torre Bianca, umida, ferita da amori incompiuti, da strani suicidi e delitti irrisolti.
Un perfetto cocktail chandleriano miscelato alla greca.


NOVITÀ



59. Serghios Gakas
Intrigo a Salonicco
trad. di Luigi Venezia
pp. 242, € 15,00
2006
ISBN 88-8306-193-4

Notizie sulll'autore:
Serghios Gakas è nato nel 1957 ad Atene. Ha studiato teatro a Parigi, e dal 1979 lavora come regista ad Atene. È autore di due pièce teatrali per bambini. Intrigo a Salonicco è il suo primo romanzo.


 

60. Didò Sotiríu
Addio Anatolia



Addio Anatolia è la storia, epica e drammatica, della scomparsa dell’ellenismo dalle terre in cui era insediato da tremila anni.
Definito il Guerra e pace
della letteratura greca, il libro di Didò Sotiríu è il maggior best seller della storia editoriale greca.


NOVITÀ



60. Didò Sotiríu
Addio Anatolia
trad. di Maurizio De Rosa
pp. 296, € 16,00
2006
ISBN 88-8306-189-6

Notizie sulll'autore:
Didò Sotiríu è nata ad Aydini, nell’Asia Minore, nel 1909 ad Atene, ed è morta ad Atene nel 2004.


 

CROCETTI EDITORE
Via E. Falck, 53 - 20151 Milano
tel. +39 02 3538277
Ufficio stampa addettostampa71@tiscali.it

EditRegion4

 

CREDITS CHI SIAMO INFO LINKS